I Guest Designer di Pitti Uomo 93

UNDERCOVER by Jun Takahashi e TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. presenteranno a Firenze, in occasione di Pitti Uomo 93, le loro collezioni uomo per l’Autunno/Inverno 2018-19.
UNDERCOVER torna a Firenze dopo quasi nove anni”, dice Lapo Cianchi, direttore eventi e comunicazione di Pitti Immagine, “assieme a TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. Per la prima volta in assoluto questi due visionari designer giapponesi, che tra l’altro sono anche grandi amici, daranno vita a due show consecutivi, espressione simbolica non solo della loro amicizia, ma anche del rispetto reciproco per il proprio lavoro.
Siamo molto felici che Jun Takahashi, da oltre 25 anni in prima linea nella scena della moda più d’avanguardia, consideri Pitti Uomo come l’unico palcoscenico dove presentare la sua collezione maschile. Per TAKAHIROMIYASHITATheSoloist. si tratta invece di un debutto a Pitti Uomo, da noi doppiamente atteso: primo perché abbiamo sempre guardato con grande attenzione alle sfilate del suo primo brand, Number Nine; e secondo perché sarà il primo fashion show di TAKAHIROMIYASHITATheSoloist al di fuori del Giappone.”
Crediamo che, indipendentemente l’uno dall’altro, Takahashi e Miyashita – con le proprie ispirazioni personali, design, stile e manifattura senza compromessi – siano straordinari protagonisti della moda contemporanea. E siamo molto felici di offrire loro la piattaforma per esprimere questa lunga amicizia, che nasce dal comune milieu culturale e sociale, a partire dalla scena street punk di Tokyo e dalla grande passione per la musica”.
Siamo sicuri che i due show consecutivi sapranno far risaltare al meglio il lavoro di questi due talenti. I look vertiginosamente post-moderni ma al tempo stesso sublimi di Takahashi, e le sue riflessioni anticonvenzionali sulla bellezza e sullo spaventoso, si accosteranno alle incursioni di Miyashita nell’immaginario occidentale e nella cultura giovanile, trasformate attraverso la sua visione unica del design. E spero davvero che Firenze riesca di nuovo a essere fonte inesauribile d’ispirazione per questi due designer, così come per il loro pubblico globale”.