Firenze: Audi in City Golf 2012

Location Firenze? Oh, il posto è giusto. Il gioco del golf stavolta dalle Dolomiti ‘cortinesi’ scende a valle, nella città dantesca ricca di storia e di arte, nonché di suggestivi scorci storici.

Audi in City Golf è andata alla grande nella culla del Rinascimento e, tra l’altro, qui e’ stato tenuto a battesimo il circuito volato a mille da Giulia Sergas – Premio Pallina d’Argento – campionessa del lancio in quel della Torre d’Arnolfo. Dunque, lusso e raffinatezza sono un buon veicolo per tale sport e quindi un ringraziamento sentito va al comune di Firenze  per il  patrocinio concesso, con vivo ringraziamento al vice-sindaco Dario Nardella che calorosamente ha ospitato l’incontro.

Un incontro spettacolare, fatto di 18 buche e 18 vincitori, sì da vincere premi prestigiosissimi quali orologi, viaggi ai Caraibi ed altro ancora. Interpreti di ciò sono stati 72 giocatori di cui molti volti noti quali vip, personaggi dello sport e dello spettacolo. Un plauso anche alla Sovrintendenza delle Belle Arti che,  in aggregativa, presentava il percorso. Un tracciato  iniziato con ‘buca 1’ Villa Bardini e, a seguire, Piazza Santa Felicita, Giardini di Boboli, Piazza Santo Spirito, Artigianelli, Piazza Ognissanti, The St.Regis Hotel, Piazza Santa Maria Novella, Piazza Strozzi, Via de’ Tornabuoni (negozio Locman), Via de’Martelli, Il Porcellino/ piazza Mercato Nuovo, Piazzale degli Uffizi, Società Cannottieri (Ponte Vecchio). Curioso conoscere che i giocatori interagivano con gli spettatori e viceversa sì d’entrare maggiormente nel clima cittadino caldo ed accogliente. E tutto questo sotto gli occhi scrutatrici dell’Alighieri, Michelangelo, Leonardo, Galileo.

Bill Clinton. Si, doveva esserci anche lui in carne ed ossa, poi…all’ultimo momento ha disdetto l’appuntamento, anche quello  con Renzi, e quindi…alla prossima.

Dell’anteprima ne è stato parlato presso il raffinato ristorante Fellini in Via Ghibellina dove Kurt Anrather, bel tipo alto e dallo sguardo limpido  anima imprenditoriale, negli scorsi tre anni aveva promosso l’evento nella snob Cortina, così cara ai tanti vip che regolarmente l’abbracciano. Sports-More Marketing – Management  di Kurt Anrather  grazie alla sua dinamicità  manageriale, riesce sempre a coniugare uno strabiliante  feedback di pubblico e di media. Da sottolineare che il ‘golfista’ non ha pubblico bensì migliaia di persone lo osservano attentamente.

La presenza della stampa è stata massiccia: oltre alle Tv territoriali, c’era quella tedesca, con presenza di Rai 3 e l’immagine sociale de ragazzi di ‘Sipario’, poiché molti valori culturali e sociali si veicolano anche attraverso i ‘ferri’ (le mazze) e la  leggerezza di candide palline.

I fiorentini volevano questo, hanno caldeggiato ciò con grande trasporto ed entusiasmo, uno show unico, originale e libero da preconcetti: un momento da esser ricordato a lungo, consacrando sempre più Firenze città Europea 2012 dello Sport.

Un doveroso ringraziamento agli sponsor: Audi, Audi Firenze, Callaway, Yokohama, Brilliant 8, Kiffe Golf, Internorm, Monograno Felicetti, Italtelo, Unopiù, Roner, Bortolomiol, Mulligan & Co, Locman, Trentino Fiemme, Sitour, Pont Alpikran, Grand Hotel Mediterraneo, The Westin Excelsior, St. Regis, Fellini Ristorante, Radio Toscana, Mondo Golf, La Gazzetta dello Sport, Circle, Celesque, Live in, Villa Bardini.

di C. Cavicchini